La stampa Serigrafica

La serigrafia è una tecnica di stampa di tipo permeografico che utilizza come matrice un tessuto di poliestere teso su un riquadro in metallo, definito come telaio serigrafico. 

Il termine "serigrafia" deriva dal latino "seri", (seta) e dal greco "gràphein", (scrivere), l'origine del nome è dovuto alla scelta dei primi tessuti in pura seta, utilizzati per la costruzione del telaio serigrafico.

 

La permeografia si basa su un processo di impermeabilizzazione di alcune aree di tessuto di stampa, in modo da consentire ad un inchiostro, posto sopra tale tessuto, di permeare attraverso le aree non trattate.

 

Il processo di impermeabilizzazione del tessuto dei quadri serigrafici, viene ottenuto tramite apposite fotoemulsioni in base acquosa, che vengono applicate in modo uniforme sul tessuto tesato sul quadro e poi asciugate, formando una pellicola coesa ma idrosolubile.

 

Il passaggio o permeazione dell'inchiostro dalla parte superiore del quadro serigrafico alla superficie di stampa posta sotto, avviene mediante una pressione generata dal passaggio di una barra con bordo in elastomero poliuretanico, questa barra viene definita racla per serigrafia.

 

Questa azione di stampa può essere ripetuta in modo ciclico a mano o tramite apposite macchine da stampa serigrafiche, raggiungendo una elevata velocità di produzione in grado di soddisfare, a seconda delle attrezzature disponibili, l'industria o l'artigiano.

 

Ad oggi la serigrafia è una tecnologia consolidata di stampa industriale, molto utilizzata in tutte le applicazioni in cui sia richiesto un deposito di inchiostro più elevato rispetto ad altre tecnologie di stampa, come la stampa offset, la stampa in flexografia o la stampa inkjet.

 

La serigrafia è usata in moltissimi settori grafici e industriali, per stampare inchiostri conduttivi nel settore  dell'elettronica, decorazioni su piastrelle, vetro, metalli, legno, plastiche, polipropilene, polietilene e carta.

 

Scrivi commento

Commenti: 0